Global Interviews
Giovanni Ruggero, Italy

1) Che cosa significa la musica jazz per te? Per la vostra comunità?

Non è banale sottolineare che la musica è cultura così come lo sono tutte le arti; a mio giudizio, però, essa rappresenta, fra le tante espressioni dell’animo umano, forse la più toccante. La musica jazz, in particolare, oserei definirla la mia compagna “virtuale” di vita: mi è accanto – come fa mia moglie – in tutto ciò che faccio, nei momenti di gioia ma anche in quelli un po’ più melanconici. Si insinua suadente comunicandomi emozioni: dolcezza, tenerezza, a volte tristezza, ma anche energia e vibrazioni assolutamente positive.

2) Perché stai celebrando la Giornata Internazionale del Jazz? Perché è importante?

In quanto amanti del jazz non possiamo non celebrare questa splendida iniziativa condividendo le emozioni che vivremo insieme ai tanti amici che parteciperanno alla serata che stiamo programmando. Riteniamo sia giusto festeggiare il jazz non soltanto in quanto forma espressiva, ma anche e soprattutto perché, attraverso le emozioni che trasmette, ha il potere di trasformare la nostra anima, arricchendola.

3. Cosa ti piacerebbe vedere accadere attraverso questo giorno – a breve termine e a lungo termine?

A questa domanda è facile rispondere: vorrei che il perpetuarsi di questa giornata contribuisse a diffondere maggiormente il jazz – la musica che amiamo – facendola scoprire o riscoprire a sempre nuove anime. Nel frattempo ci godiamo la musica che ci proporranno Ileana Mottola ed Alessandro Castiglione. Buon jazz a tutti!